Presepe terapeutico al CSM di San Marco in Lamis - Un'iniziativa per combattere lo stigma e l'emarginazione

San Marco in Lamis - Il due dicembre prossimo, alle ore 10,00 in punto sar? inaugurato presso il Centro di Salute Mentale di Via Sannnicandro, a San Marco in Lamis, un maxi-presepe, denominato ?per un sorriso?, per meglio significarne scopi ed obiettivi. L?esposizione si compone di oltre 500 statuine in...

in Eventi by - pubblicato il 2006-11-26 12:00

Il due dicembre prossimo, alle ore 10,00 in punto sar? inaugurato presso il Centro di Salute Mentale di Via Sannnicandro, a San Marco in Lamis, un maxi-presepe, denominato ?per un sorriso?, per meglio significarne scopi ed obiettivi.

L?esposizione si compone di oltre 500 statuine in ceramica a freddo, dipinte interamente a mano, e un centinaio di casette in stile tipicamente garganico. A metterlo su, per il terzo anno consecutivo, sono stati i ragazzi del Centro, soggetti affetti da gravi patologie croniche. Lo hanno fatto, a conclusione del corso annuale di presepistica artigianale, svolto nell?apposito ed omonimo laboratorio, creato e diretto dallo psichiatra, Michele Grana, coadiuvato da un ?quipe infermieristica e di tirocinanti psicologi e volontari.

L?intento ? prettamente terapeutico e si fonda su tecniche e concezioni di scuola basagliana, come d?altronde il resto. Infatti, la manualit? creativa ? considerata come uno dei mezzi pi? efficaci per curare il disagio psichico, rilevandosi spesso un supporto indispensabile per la tradizionale terapia farmacologica. Ma c?? di pi?. La mostra si prefigge di creare un circuito virtuoso attorno ai luoghi di sofferenza, e nella fattispecie a quelli del disagio mentale, attraverso il coinvolgimento pieno del territorio, in termini di parrocchie, scuole, Comune, associazioni di volontariato e cittadini in genere.

Solo cos? ? possibile per davvero rendere meno dura la ?solitudine?, il principale ?male oscuro?, che affligge questo tipo di malati. Ed ? , appunto, la visita al Presepe l?occasione propizia, per avvicinare loro a noi e viceversa, per scambiarci ?un sorriso?, che significhi comprensione, affetto e speranza, nonch? ?apertura mentale? per battere lo stigma e l?emarginazione che regna attorno a loro. La mostra rester? aperta tutto l?anno e visitabile nelle ore antimeridiane.

Fonte Sammarco Comunica